ISOLA DELLE STORIE

Inaugurazione all'insegna della musica jazz per l'ottava edizione del festival letterario di Gavoi.
Sarà infatti il trombettista Paolo Fresu con Mistico Mediterranneo in cui il musicista amalgama note jazz con melodie ispirate alla tradizione popolare, accompagnato dalle sette voci del coro polifonico corso A Filetta (La Felce) e il bandoneon di Daniele di Bonaventura, ad aprire le danze il 30 giugno, ad uno degli appuntamenti più attesi di tutta l'estate.
Il concerto rientra nell'ambito dei festeggiamenti per i cinquant'anni dell'autore: 50 anni, per 50 concerti, in 50 paesi.

Immaginate una storia. Immaginate un luogo dove questa storia è resa
possibile. Immaginate ora una terra, la sua gente, il silenzio di chi ascolta,
l'emozione di chi parla. Immaginate suggestioni, narrazioni, racconti; il
potere della parola, il suo verbo espressivo. Provate ora a pensare a una
piazza, a due figure che dialogano e si confrontano, alla gente che ascolta
e al suo slancio di partecipazione. Le parole scorrono nei racconti detti di
notte, detti di giorno. Viene voglia di sorridere pensando a questo
“insieme”, di respirare il profumo delle parole che si pronunciano, che si
odono. La terra che ci accoglie, in quest'angolo remoto di Sardegna, è la
Barbagia, dove impressioni forti, antichissime, vanno e vengono da molto
lontano. C'è qualcosa di dolce in questa idea della lontananza - ma anche
nella vicinanza, nello stare insieme. Siamo invitati a partecipare a un
evento, a non aver paura di incontrarci, di mischiare le nostre voci alle
nostre parole. Gente che ama leggere, gente che ama ascoltare, si
incontra così, con questo spirito, in questo clima familiare, ogni anno, in
estate, al Festival Letterario della Sardegna, a Gavoi.
Il Festival Letterario della Sardegna, organizzato dall'associazione
culturale L'Isola delle Storie
, che vede nella figura dello scrittore Marcello
Fois il suo Presidente, si svolge quest'anno dal 1 al 3 luglio 2011.
A riempire l'aria della piccola comunità di Gavoi di suoni e parole saranno:
le letture di brani scelti di tre grandi autori, Salvatore Cambosu, Josè Saramago, Tiziano Terzani,
Bianca Pitzorno, Giulio Giorello, l'economista Pierluigi Sacco e lo storico d'arte Christian Caliandro, co-autori del saggio Italia Reloaded in un incontro che prevede anche la partecipazione di Renato Soru e Bruno Murgia, Marco Baliani, l'autore e conduttore radiofonico Marco Presta, l'attrice Isabella Ragonese accompagnata dal polistrumentista musicista Gavino Murgia, Ildefonso Falcones, la nota scrittrice spagnola Alicia Giménez-Bartlett, Margherita Oggero
Spazio anche alla fotografia con la mostra Istranzadura, realizzata dalla fotografa Daniela Zedda, che espone a cielo aperto per le vie del paese, le immagini che immortalano i volti dei protagonisti delle passate edizioni.



Quando: 1 - 3 luglio 2011
Inaugurazione: giovedì 30 Giugno 2011 ore 21.30 Chiesa S. Gavino Martire
Dove: Gavoi (NU), Barbagia, Sardegna
Ingresso: Gratuito
Info: http://www.isoladellestorie.it

AD MAIORA!

Ma che discorsi

Avete bisogno di un mezzo di locomozione per andare al mare?
Daniele Silvestri propone la "beach-car"!!!

Il cantautore romano diventa "attore-marionetta" a bordo di una curiosa "beach-car" nel suo nuovo videoclip "Ma che discorsi", primo singolo estratto dall’album "S.C.O.T.C.H." (Sony Music). In un ambiente estivo e vacanziero il video prende spunto dall’atmosfera surreale della musica e delle parole della canzone che racconta la quotidianità di un rapporto di coppia vissuto all’interno di un’automobile nel traffico cittadino: a bordo di una “beach-car” Daniele e Lisa Lelli girano per le vie di Fregene fino ad arrivare in spiaggia. Prodotto da Videoinflussi e ideato e girato da Fabio Luongo con il supporto del gruppo di animazione mBanga, il video è stato realizzato con il 'pixelation': la clip è composta da più di 2500 foto scattate durante un percorso di circa 600 metri fatto con la fanta-auto. http://tv.repubblica.it
AD MAIORA!

La matematica in rosso

In occasione del  Pi Day, che si svolge ogni anno il 14 marzo o meglio il 3.14

il gruppo Matefitness, laboratorio permanente sulla matematica del festival della scienza di Genova, ha organizzato il concorso fotografico "La matematica in rosso". 
La sfida consisteva nell'immortalare con uno scatto, la matematica presente nel mondo che ci circonda pensandola in rosso ovvero fotografare qualunque cosa avesse un contenuto, riferimento o rimando matematico, purchè in qualche maniera, fosse presente all'interno dell'immagine il colore rosso.
Due le categorie in gara: "INDIVIDUALI" e "SCUOLE".
Qui, la foto vincitrice nella categoria "individuali":
       Fibonacci in...gioco di Marzia Corsi

Questa è la foto vincitrice per la categoria "scuole":
    Una formula dal "vivo" della classe IVB del Liceo Scientifico Vittorino Bernini di Genova

La prossima è invece la mia foto che è stata valutata tra le dieci migliori e verrà esposta a partire dal 15 giugno presso la palestra della matematica di Palazzo Ducale di Genova:
        Afferra il tempo di Manuela Cadeddu

Si tratta di un porta-chiavi calendario acquistato in India, a Bangalore, che misura il tempo dal 1992 al 2021.

Le altre immagini selezionate sono:
Near to ground 0 - Disaster3, di Alessia Vitolo
Il Nastro di Moebius, di Anna Codispoti
Afferra il tempo, di Manuela Cadeddu
Un messaggio di speranza per il Giappone, della classe IVB del Liceo Scientifico Vittorino Bernini di Genova
Quella maledetta penna rossa, della classe IVB del Liceo Scientifico Vittorino Bernini di Genova
Matematica a anche in tavola, della classe 2H della Scuola Media Bernardo Strozzi di Genova
Gira che ti rigira sempre matematica è..., della classe 2H della Scuola Media Bernardo Strozzi di Genova
La legge dei grandi numeri, della classe IV del Liceo Scientifico Calasanzio di Genova

e sono state pubblicate su Flickr, su Facebook e sul sito di Matefitness.



Qual è, tra quelle selezionate, la vostra fotografia preferita?

AD MAIORA SEMPER!

Alla fine di un giorno noioso

video

Martedì 14 giugno alle 19,30 nella Terrazza dell'Exmà di via San Lucifero a CagliariMassimo Carlotto presenterà il suo nuovo romanzo Alla fine di un giorno noioso – E/O.
Quella di domani, sarà la prima e unica presentazione cagliaritana del nuovo romanzo dello scrittore padovano.

                                  Alla fine di un giorno noioso

In una tranquilla città del Veneto Giorgio Pellegrini gestisce un vivace locale alla moda, giocattolo perfetto con cui siglare accordi sottobanco con politici corrotti, giri clandestini di prostituzione d'alto bordo, traffici illegali e appalti truccati. Ed è a causa di un investimento immobiliare mal gestito che si ritrova con due milioni di euro in meno. Il suo avvocato Sante Brianese, ora onorevole, lo convince che si è trattato di sfortuna. Eppure qualcosa non torna. Nonostante abbia annegato in un pozzo di soldi il suo istinto criminale, Giorgio è e rimane un predatore: l'odore di truffa lo sente da lontano.E infatti, non appena batte la pista del tradimento, le ricerche lo catapultano all'inferno. Fra pestaggi, ricatti, triangoli erotici, omicidi, Pellegrini scatena una guerra.E mentre gli equilibri criminali si rompono, precipitandolo in una girandola impazzita di doppi e tripli giochi, sarà costretto a ricorrere al suo genio criminale per tentare di arrivare vivo alla fine della corsa.Con Alla fine di un giorno noioso Massimo Carlotto firma ancora una volta una macchina narrativa perfetta, il sequel di Arrivederci amore, ciao, il libro che gli è valso una nomination agli Edgar Awards consacrandolo maestro del noir a livello mondiale.
Presentazione del romanzo Alla fine di un giorno noioso – E/O
Quando: Martedì 14 giugno alle 19,30
Dove: Terrazza dell'Exmà di via San Lucifero a Cagliari
Infohttp://www.massimocarlotto.it/
 
AD MAIORA!

Cagliari al cinema

video
Cinema e Sardegna. Il nuovo film di Peter Marcias, I bambini della sua vita è stato girato quasi interamente a Cagliari.
La città assume un volto drammatico, a volte cupo, sicuramente funzionale al racconto, nel quale mi riconosco poco, abituata a pensare e vivere il capoluogo isolano come una città assolata e solare.
E' comunque bello ritrovare nel film angoli familiari della mia città così poco raccontata nel cinema.
Come sempre, eccellente l'interpretazione di Piera Degli Esposti, premiata come miglior attrice non protagonista al Festival del cinema europeo 2011, dove il film era in concorso.
Qui trovate il pressbook completo con informazioni dettagliate sul film e sul cast:
http://www.mymovies.it/filmclub/2011/03/125/mymovies.pdf

Buona visione e... AD MAIORA!

50 FRESU

Ci sono tanti modi per festeggiare un compleanno importante come quello dei 50 anni.
Il trombettista sardo Paolo Fresu (http://www.paolofresu.it: il suo sito web, con una grafica divertente e accattivante, conquista subito al primo click!) ha trovato un modo assolutamente insolito per celebrare i suoi primi 50 anni: il trombettista insonne, così soprannominato per essere instancabile nelle sue molteplici attività, realizzerà infatti nella "sua" Sardegna, un tour di 50 tappe con altrettanti concerti (ve l'avevo anticipato qualche mese fa http://admaiorasemper.blogspot.com/2011/01/sardegna-suon-di-jazz.html).
Fiato alle trombe a partire da domani a Berchidda, luogo di nascita dell'artista, per terminare a Cagliari il 31 luglio:
Tutti i concerti sono gratuiti, ad eccezione dell'ultima data, quella di Cagliari.
!50 ha un sito web ufficialehttp://www.50fresu.it, nel quale potrete trovare, le date dei concerti:
http://www.50fresu.it/il-calendario-di-50.htm
le modalità "green" di svolgimento di ciascun concerto: http://www.50fresu.it/come-realizziamo-50.htm
le città che ospiteranno i concerti: http://www.50fresu.it/i-luoghi-di-50.htm
le modalità per condividere il viaggio con altre persone rispettando l'ambiente: http://www.passaggiosardegna.it/

Anche il TG3 seguirà il viaggio musicale di Paolo Fresu attraverso il blog http://50annisuonati.blog.rai.it/ dove verranno pubblicate le interviste a tutti i protagonisti, servizi e schede sui concerti e le cronache dalle locations più interessanti.
Non solo, il blog del TG3 ci regala grandi emozioni permettendo a tutti i visitatori di scaricare gratuitamente (fino al 31 luglio) il brano "Ave Maria" suonato da Paolo Fresu con la voce di Elena Ledda.
Da non perdere il tour virtuale in 3D realizzato con Google Earth!

!50 è anche su Youtube: http://www.youtube.com/infopaolofresu
su Facebook: https://www.facebook.com/pages/Paolo-Fresu-50/105194332903641
e su Ustream: http://www.ustream.tv/channel/fresu50

Il blog augura a Paolo Fresu un buon compleanno e gli dedica il suo consueto saluto:
AD MAIORA SEMPER!

CAGLIARI: Free e Green Taxi

Siete a Cagliari e avete bisogno di un Taxi?
Vi suggerisco il free-taxi Movirìndi:

La giovane azienda sarda Ischìda offre ad abitanti e turisti un servizio di free-taxi su auto elettriche in giro per la città

Cagliari da qualche settimana girano per la città dei “puntini colorati” silenziosi ed ecologici. Quattro auto elettriche offrono un servizio di free-taxi ad abitanti e turisti. Si tratta del progetto Movirìndi (muoviti, in sardo) della società Ischìda (un altro nome sardo, che significa colei che è sveglia) nata nel 2009 per fare innovazione sostenibile per lo sviluppo locale.
I due soci sono Nicola Pirina, trentaseienne esperto di sviluppo locale e project management, e Pierluigi Merlin, ingegnere meccanico trentacinquenne e ci raccontano la loro storia. movirindi biro auto elettriche «Alcuni anni fa cominciamo a studiare la mobilità sostenibile, in particolare quella elettrica. La scopriamo vicino a casa e totalmente made in Italy, con due prodotti d’eccellenza di cui riusciamo a diventare importatori e distributori esclusivi per la Sardegna: la Birò della Estrima di Pordenone e la Zero della Tazzari di Imola.
Si tratta di veicoli bi-posto a trazione totalmente elettrica che nascono da anni di ricerche e processi di sviluppo e innovazione. Prende così inizio il progetto Movirìndi, in cui abbiamo investito tutti i nostri risparmi e al quale attualmente lavoriamo in otto, tra cui quattro “driver” che girano per la città con il servizio taxi gratuito».
Birò e Zero sono delle city car elettriche al 100%, cioè non sono ibridi o adattamenti di auto con motore tradizionale a combustione. Costano rispettivamente 8 e 24 mila euro e «sono ecologiche, silenziose, non emettono gas di scarico, permettono l’abbattimento dei consumi e dei costi di gestione e un risparmio anche indiretto (il bollo auto non si paga per i primi cinque anni, l’assicurazione è ridotta al minimo). Una ricarica per 100 km costa circa un euro e mezzo.
Per caricare le batterie (che hanno una durata media di 10mila km per la Birò e di 2mila cicli di ricarica per la Zero) basta una semplice presa di corrente domestica e se si ha a disposizione una rete a 380 Volts, si ricarica in meno di un’ora! Possono essere riparate dal proprio meccanico e si guidano a partire da 14/16 anni».
Ischida si regge sulla passione delle persone che ci lavorano e in giro per la città le piccole auto elettriche stanno riscuotendo molto successo: «oltre a Movirìndi stiamo portando avanti diversi progetti sulla mobilità elettrica, tutti con l’obiettivo di applicare e promuovere un modello di sviluppo locale sostenibile, innovativo, consapevole ed efficiente, raggiungendo un equilibrio fra il bisogno di spostamento delle persone e la riduzione delle congestione del traffico urbano e dell’inquinamento atmosferico e acustico. Se in 5 anni lo 0,1% dei sardi avesse una delle nostre auto elettriche sarebbe un ottimo risultato.
 Per il momento, se vi trovate a Cagliari cercate uno dei nostri puntini colorati in movimento fatevi dare un passaggio gratuito verso la prossima meta della vostra giornata e regalatevi un tour sostenibile della città!».
                   Fonte: http://stilenaturale.com/index.html

AD MAIORA!

UNICABOOKSHOP

UNICABOOKSHOP è una settimana di eventi dedicata ai libri d’architettura.

UNICABOOKSHOP
è una struttura costruita dagli studenti.

UNICABOOKSHOP
ha scelto 150 titoli.

UNICABOOKSHOP occupa una stanza nella facoltà di Architettura.

UNICABOOKSHOP
ha 168 ripiani.

UNICABOOKSHOP
è da provare dal 6 all'11 giugno 2011.

UNICABOOKSHOP è in prospettiva?

Organizzato da CultArch-Architettura e Cultura, in collaborazione con Ex Libris, AA Bookshop e gli studenti della Facoltà di Architettura di Cagliari. Per la manifestazione sono stati utilizzati i fondi dell’Università di Cagliari e i fondi ricavati dal BBQ - Barbecue di Architettura, novembre 2010.
Il programma prevede:
MARTEDI'

- dalle ore 9 alle 12, colazione presso la stessa aula Officina ospitante il Bookshop, l'aula Officina (Chiostro del convento);
- ore 18.30, presso l'aula Ex-scherma sarà tenuta da Pier Paolo Tamburelli una lezione su 15 progetti dello studio baukuh in conversazione con Carlo Atzeni;
- ore 20.00, Sabrina Puddu, Francesco Zuddas e Marco Piras presenteranno e spiegheranno che cos'è il BookShop;
- ore 20.30, verrà presentata la rivista SanRocco2: the EVEN covering of the Field, con Pier Paolo Tamburelli in conversazione con Silvio Carta;
- ore 21.30, ci sarà il Vernissage;
- Dalle ore 22.00 in poi, musica live presso il Chiostro del convento...

MERCOLEDI'
- dalle ore 9 alle 12, colazione presso la stessa aula Officina ospitante il Bookshop, l'aula Officina (Chiostro del convento);
- ore 19.30, Vernissage - UnicaBookshop dedica una serata ai professionisti coinvolgendo ordini professionali, INARCH e INU, aula Officina (Chiostro del convento);
- ore 20.00, Presentazione del libro “Sardinia Jazz”, 'aula Officina (Chiostro del convento);
- Dalle ore 22.00 in poi, MUSICA EX-MACHINA Concerto Jazz, Chiostro del Convento...

GIOVEDI'
- dalle ore 9 alle 12, colazione presso la stessa aula Officina ospitante il Bookshop, l'aula Officina (Chiostro del convento);
- ore 19.00 conferenza con Gabriele Mastrigli in conversazione con GianMarco Chiri ed Enrico Corti presenta " Progettazione di un libro di Architettura. Leggere S,M,L,XL."
- Dalle ore 22 serata in compagnia dello SLAM Cagliari...

Progetto UNICA Bookshop 

Quando:  dal 6 all'11 giugno

Dove:  Facoltà di Architettura di Cagliari - Via Santa Croce 

Info: http://www.cultarch.it/

FISICA IN BARCA - CAGLIARI

Qualche settimana fa vi avevo segnalato l'evento (http://admaiorasemper.blogspot.com/2011/05/fisica-in-barca.html), oggi ve lo voglio raccontare.

L'appuntamento con Fisica in Barca è fissato per le ore 9 del 04 giugno al Terminal Crociere di Cagliari.
La pioggia mattutina minacciava di rovinare il programma della giornata ma per fortuna già intorno alle 9:30 è apparso il sole e ci ha fatto compagnia per (quasi) tutto il giorno.

Il padrone di casa, il responsabile tappe Corrado Cicalò,
ci accoglie con un breve saluto e lascia subito la parola al Direttore dell'INFN di Cagliari, Prof. Saitta.
Quando si parla di cariche dirigenziali spesso si pensa che a ricoprirle siano persone seriose e noiose.
Il Prof. Saitta, al centro nella foto,
è la persona  giusta per smentire questo pregiudizio.
Con la sua simpatia e comunicativa
ci ha introdotto, con un breve ma brillante intervento, al tema della giornata.
Il suo saluto finale 
è una straordinaria motivazione per tutti i ragazzi presenti in sala che magari, anche grazie a una giornata come quella di ieri, decideranno di intraprendere dopo il liceo, studi scientifici. 

Con il secondo intervento, a cura del capitano Giuseppe Mastroianni
abbiamo imparato, partendo da un breve excursus storico, quanto sia importante per un buon navigatore, saper calcolare la longitudine.
Astronomia, fisica e misura del tempo sono state le discipline protagoniste del progresso scientifico nel campo della navigazione e nonostante oggi si possa fare affidamento sull'elettronica e su strumentazioni super sofisticate, saper calcolare a mano la longitudine, è ancora un compito imprescindibile per un buon capitano di imbarcazione.

La fisica della vela è stato il leitmotiv del terzo intervento, quello del Prof. Mura della facoltà di fisica di Cagliari che qui vediamo impegnato in curiosi esperimenti:
video
 Il segreto sta...
  video
nel moto dei fluidi.
Infine graditissima e inaspettata sorpresa, la visita del velista Andrea Mura,

unico italiano ad aver vinto la prestigiosa e insidiosa competizione Route du Rhum.
Preparazione fisica e mentale, passione, professionalità e un pizzico di incoscienza sono gli ingredienti che hanno portato Vento di Sardegna alla vittoria.
Curiosamente è stato un progetto interamente realizzato in Sardegna, un'isola al centro del mediterraneo, a superare le difficili, a volte al limite della sopravvivenza, prove dei mari oceanici, superando per tenuta e tecnologia equipaggi più collaudati e di più lunga tradizione nella navigazione degli oceani.
video
La Route du Rhum è una delle regate in solitario più seguite dalla stampa internazionale, in Francia è addirittura considerata, per copertura mediatica, il secondo evento sportivo dopo i mondiali di calcio.
Con la vittoria di Andrea Mura, anche l'Italia si è fatta contagiare dall'entusiasmo per la vela. La sola rassegna stampa italiana ha superato le 1.000 pagine con un indice di visibilità percepita (IVP) ancora in crescita che supera i 140 milioni di contatti e un controvalore mediatico (IEP) che supera gli 1,8 milioni di euro. (fonte Data Lab). 
Sull'onda di questi successi e delle gratificazioni che ne conseguono, il velista sardo si prepara alle prossime sfide:
video 
Salutato il velista dell'anno 2010, concentrazione assoluta per il test che permetterà di selezionare i 6 migliori studenti che avranno in premio la possibilità di partecipare al trasferimento, su Adriatica, da Cagliari a Olbia.
La selezione sarà basata su una serie di quiz estratti dal numero "Raggi Cosmici" della rivista istituzionale INFN, “Asimmetrie”.

Al termine della mattinata, prima dell'uscita in barca, recuperiamo le energie presso la sede della Lega Italiana Vela con un ottimo rinfresco (catering "I Dolcissimi" di Luisella Guiso, Monastir).
Alle 14 il momento più atteso: Mattia e Carlotta ci aspettano sull'Adriatica 

che ospiterà 12 dei partecipanti mentre la parte restante del gruppo salirà su Fenic,

una splendida imbarcazione che il suo proprietario, Luciano Serra, ha costruito da solo nell'arco di sette anni.

Adriatica è un veliero di 22 metri pesante 50 tonnellate, dotato di strumentazioni di bordo all'avanguardia dove nulla, ma proprio nulla è lasciato al caso: 

Un po' di collaborazione per sentirci parte dell'equipaggio
e ispezione della barca alla ricerca delle tracce di Syusy e Patrizio.
Prima di rientrare alla marina di Portus Karalis
 ultime foto


alle vele di Adriatica.

La giornata è terminata nel migliore dei modi. Al nostro rientro in porto infatti, Luciano Serra e sua moglie, ci hanno gentilmente ospitati su Fenic
offrendoci una squisita torta alla frutta.  

Se quella di ieri rimarrà nei ricordi dei partecipanti come una giornata ricca di belle emozioni, lo si deve soprattutto all'organizzazione impeccabile di Corrado Cicalò ed Elisabetta Siddi, che ringrazio.
Non mi resta che augurare buona traversata e buon divertimento ai ragazzi che da Cagliari salperanno alla volta di Olbia a bordo di Adriatica!

Prima di salutarvi, ancora un'ultima immagine: in lontananza potete ammirare lo splendido municipio di Cagliari
AD MAIORA SEMPER!


P.S. Un grazie speciale a mia sorella Sara per essere un'ideale compagna di avventure e per aver contribuito alla scrittura di questo post.